Letture
"NEGLI OCCHI DI UN FIGLIO" di Salvatore Milanese Stampa
Lunedì 09 Novembre 2015 08:13

occhi figlioQuesto bel libro è sicuramente un atto d’amore dell’Autore nei confronti del padre, ma anche una viva testimonianza di quella che fu la professione medica in un contesto socio-economico difficile, in una terra, lontana da flussi culturali, in cui imperversavano le malattie legate alla miseria, e dove l’esercizio della professione, contando unicamente sulle capacità personali e sul sacrificio, non fu facile. La condotta medica fu un vero baluardo, una istituzione portante del sistema sanitario, ed il Medico Condotto l’interprete di una medicina essenziale empirica in grado di affrontare con pochi strumenti qualsiasi situazione. Emerge la figura di un professionista che serve con dedizione la sua comunità senza mai rinunciare alla missione affidata. Ma la lettura del libro induce anche ad una ulteriore riflessione su quanto velocemente siano mutati oggi i paradigmi tradizionali di una professione in cui sembra prevalere l’aspetto tecnologico rispetto all’approccio umanistico, in una società che vede completamente rinnovati i propri valori.

 
"GIORNI SCALZI" di Maddalena Bonelli Stampa
Sabato 07 Novembre 2015 22:07

giorni scalziNei momenti più bui, scrivere versi aiuta a riannodare i fili con la normalità interrotta. Nelle immagini dipinte con parole, ogni cosa sembra trovare il giusto colore, l’adatta sfumatura melodica. Persino il dolore più amaro. In questi semplici versi fluiscono i ricordi del magico

mondo perduto dell’infanzia, le esperienze personali o sfiorate nella corsia di un ospedale, su un treno o in una strada buia, le speranze per un futuro spezzato. Soprattutto vi sono incise le fasi di elaborazione di un lutto disumano che nessuno merita: la morte improvvisa di un figlio adolescente, la fine di una speranza luminosa, una ferita sempre aperta.

 
"COME RACCONTARE UN SOGNO" di Domenico Tafuni Stampa
Martedì 03 Febbraio 2015 15:43

IMG 0002

Il libro è una preziosa riflessione sulla fragilità dell’essere umano e sui valori dell’esistenza il cui corso può essere bruscamente modificato da un evento imprevisto. Allargando l’orizzonte verso spazi rimossi, l’Autore ci conduce in un viaggio alla scoperta del senso della vita, alla ricerca delle risposte alle grandi domande dell’uomo. Nelle poesie convivono e si fondono razionalità e sentimento, pragmatismo e fantasia; vi si legge l’essere umano in una visione della vita e del mondo, ricca di sentimenti, da cui emerge la forza che permette di affrontare anche le sfide p
più impegnative.

 
"IL RUOLO DELL'ORDINE PER LA QUALITA' DELLA PROFESSIONE" 1910-2010 - CENTENARIO DELLA ISTITUZIONE DEGLI ORDINI DEI MEDICI Stampa
Mercoledì 17 Aprile 2013 20:36


CentenarioIl riconoscimento giuridico degli Ordini dei Medici giunse un  secolo fa per volontà delle categorie mediche di riunirsi in nome di comuni interessi. Il Consiglio dell'Ordine di Matera ha voluto celebrare la ricorrenza del Centenario con un convegno i cui atti sono stati raccolti nel volume recensito dal titolo "I Cento Anni, il ruolo dell'Ordine per la qualità della Professione" centrato sull'attuale profilo dell'Ordine, ma con uno sguardo alla sua futura fisionomia, in attesa di una legge di riordino delle professioni e degli Ordini professionali.

 
"L'EMIGRAZIONE DA UN PAESE AGRICOLO DELLA BASILICATA" DI ANTONIO MOLFESE Stampa
Mercoledì 17 Aprile 2013 20:26

Il testo nasce dalla volontà di ricostruire attraverso i documenti e le leggi emanate, l'attività legislativa nazionale e regionale rispetto al tema dell'emigrazione, analizzando dettagliatamente provvedimenti concreti, i dati e i flussi migratori di ogni singola Regione. l'idea è quella di dare una giusta risposta alle esigenze degli emigranti lucani e ai loro figli per creare nuove attrattive di connessione con il Paese di origine.

 
"I FASTIDI DEL GIOVANE DESIDERIO" Stampa
Mercoledì 17 Aprile 2013 20:24

Fastidi del Giovane DesiderioE' un romanzo di formazione, ironico ed originale, che permette al lettore di condividere con il protagonista un punto di vista decisamente sopra le righe e fuori dagli schemi. Desiderio è un bambino fuori dal comune, in quanto possiede un senso per le cose tutto speciale.

L'Autore sperimenta provocatoriamente la riscrittura parodistica dei codici del linguaggio, che assorbe e ricicla per restituire una dimensione mentale deviata, dirompente....Infinitamente libera.

 
"CONSULTI MEDICI EPISTOLARI IN BASILICATA TRA '800 E 900' DI ANTONIO MOLFESE Stampa
Mercoledì 17 Aprile 2013 18:12

Consulti Medici Epistolari in BasilicataQuesta pregevole Opera tratta molteplici argomenti che hanno ......la Storia dell'Arte Sanitaria nel periodo storico tra l'800 e il '900 che ha coinvolto le condizioni, la formazione del Medico, la pratica e l'assistenza sul territorio. Il libro prende le mosse dal prezioso epistolario intercorso con i Luminari della Scienza Medica investiti dai problemi che i Medici Condotti loro proponevano.

Scopriamo tutte le tappe della "lunga marcia" compilata dalla sanità pubblica, attraverso le traversie dei Medici umiliati e vessati da Sindaci e Podestà ai quali competeva la nomina, la regolamentazione e la remunerazione dei Condotti.

 
"I GRANDI MEDICI LUCANI DI IERI E DI OGGI " di VINCENZO MACCHIA Stampa
Mercoledì 17 Aprile 2013 18:09


Grandi Medici Lucani

L'Opera è dedicata ad illustri Medici lucani che hanno mantenuto intatto il legame con la Terra di origine. E' una Galleria di Personaggi che hanno onorato la Professione Medica ed il Territorio lucano a cui si deve immensa gratitudine. Queste pagine hanno il pregio di far conoscere o ricordare Medici Lucani che nel corso degli anni hanno ben rappresentato il volto della Professione, lavorando con discrezione ed umiltà.

 
"UNA VITA DA MEDICO - CONDOTTO" di ANTONIO MONTELEONE Stampa
Mercoledì 17 Aprile 2013 18:00

Medico CondottoQuesto libro è una minuziosa riscoperta di un Mondo Antico, pervaso di affetto e nostalgia, di situazioni, di Personaggi, oggetti. Un Mondo di cui si coglie però la trasformazione. E' una preziosa fotografia di quello che era il mondo di quegli anni, il contesto sociale, di quella che era la vita di tutti i giorni. Ma la lettura di questa Opera ci offre soprattutto una viva testimonianza della nostra Professione. L'Opera è proprio un atto d'amore nei confronti del mitico Medico Condotto, simbolo di un mondo che non esiste più, un "Gigante" che sicuramente orientò le scelte di vita dell'Autore.