"GIORNI SCALZI" di Maddalena Bonelli Stampa
Sabato 07 Novembre 2015 22:07

giorni scalziNei momenti più bui, scrivere versi aiuta a riannodare i fili con la normalità interrotta. Nelle immagini dipinte con parole, ogni cosa sembra trovare il giusto colore, l’adatta sfumatura melodica. Persino il dolore più amaro. In questi semplici versi fluiscono i ricordi del magico

mondo perduto dell’infanzia, le esperienze personali o sfiorate nella corsia di un ospedale, su un treno o in una strada buia, le speranze per un futuro spezzato. Soprattutto vi sono incise le fasi di elaborazione di un lutto disumano che nessuno merita: la morte improvvisa di un figlio adolescente, la fine di una speranza luminosa, una ferita sempre aperta.